Uomo e lavoro
Ritratti come Habitat
Ritratti come Habitat:
Nel 1995 ha preso inizio il reportage "ritratti come habitat" il progetto ancora in via di realizzazione ha già coinvolto paesi come Marocco, Mauritania, Senegal, Mali, Egitto e Madagascar.
Le esistenze di questi luoghi sono basate su un rapporto di stretta simbiosi con gli eventi naturali,
l'approccio fotografico non ha trascorato nei volti il legame tra le caratteristiche somatiche ed ambientali infatti è
nato un rapporto diretto con gli abitanti e i luoghi, tempi che superano il semplice scatto fotografico. La fraquentazione dei villaggi ha permesso la conoscenza di quotidianetà essenziali per cogliere momenti comuni di espressioni sicure delle prorie tradizioni secolari.
Le fotografie qui pubblicate sono una sintesi di un reportage molto più vasto che intende coinvolgere numerosi paesi africani e comunicare attraverso la fotografia i diversi valori etnici e di habitat. Il ritratto raccoglie i significati espressivi di tradizioni culturali degne di essere raccontate.
ènato dalle collaborazione di due fotografi Mariagrazie Pirisi e Ivo Balderi per poi essere portato avanti solo da quest'ultimo.


Garffiti
Pesticidi obsoleti
Portraits as Habitat
In 1995 the reportage "portraits as habitat” began. The project, still in the making, has already affected countries such as Morocco, Mauritania, Senegal, Mali, Egypt and Madagascar.
The existence of these places is based on a relationship of close harmony with natural events. The photographic approach has not neglected in the faces the link between physical characteristics and environmental. Infact it was crucial the creation of a direct relationship with the inhabitants of the placet, with times exceeding the mere picture taking. The life in these villages has led to the undertstanding of dayly habitus, essential to realize the common moments and expressions of confidence in their secular traditions.
The pictures published here are a summary of a reportage that will involve much larger number of African countries and to communicate through photography the different ethnic values and habitats. The portrait contains expressive meaning of cultural traditions which deserve to be told.
This reportage was born from the collaboration of two photographers Mariagrazia Pirisi and Ivo Balderi, who is now carriyng on the project on his own.
1989: Berlino
Extreme